Italiano
  
Menu

Due borghi nel Viterbese

Due borghi nel Viterbese

Oggi vorrei parlarvi di due borghi, che si trovano in provincia di Viterbo, a circa 1 ora da Roma il primo e a meno di due ore il secondo.

Pensando ad un tour di due o tre giorni, questi piccoli borghi permetterebbero una visita rilassata passeggiando per le loro viuzze, e magari acquistare qualche prodotto tipico…

Partiamo con una piccola descrizione di Calcata,

Un borgo senza tempo, scoperto una cinquantina di anni fa dai “figli dei fiori” oggi è residenza di giovani creativi, che si godono l’isolamento dalla frenesia moderna in questo piccolo borgo medievale.

Ancora oggi visitare Calcata equivale ad un esperienza “fuori dal mondo”. Al borgo medievale, uno dei più suggestivi del Lazio, si accede da un’unica porta, Oltrepassata la quale, si giunge a una pittoresca piazzetta ornata da tre curiosi “scranni” di tufo. Sulla piazza si affacciano il Castello degli Anguillara, con la sua caratteristica torre ghibellina e la seicentesca Chiesa del SS. Nome di Gesù. Questi, sono gli unici due monumenti veri e propri del paese. Da qui si snoda un dedalo di strette viuzze dove è bello perdersi per poi d’improvviso, oltrepassato uno dei molti archi, ritrovarsi affacciati sul dirupo che cinge quasi completamente il borgo offrendo paesaggi senza tempo.

Il secondo borgo, da visitare nel week end, è senza dubbio Civita di Bagnoregio.

Molto più conosciuta del primo ma altrettanto affascinante per il senso di isolamento non solo fisico, si accede al borgo solo da un ponte pedonale, ma anche sembra godere di un isolamento temporale, riportando chi la visita ad una antico passato, fatto di tempi scanditi dalle stagioni e dalla natura circostante.

Civita di Bagnoregio è detta anche “La città che Muore”, Ogni anno più di 700 mila persone da tutto il mondo arrivano qui per vedere da vicino una bellezza antica, che sfida il tempo e l’erosione dello sperone tufaceo su cui è posizionata. Il centro del borgo è Piazza San Donato, anticamente ne fu il foro e oggi viene chiamata “la piazzetta”.

 Negli ultimi anni diversi locali hanno reso più piacevole la visita, offrendo la possibilità non solo di un pranzo a base delle prelibatezze locali, ma anche per un aperitivo meditativo durante il quale non sarà difficile notare la presenza di gatti bellissimi. I sempre più famosi e fotografati “gatti di Civita”.

Prima di andarvene, scendendo verso il centro di Bagnoregio, non ci si deve dimenticare di visitare la Cattedrale (in Piazza Cavour) che conserva il Santo Braccio. Dentro a uno splendido reliquiario di oreficeria francese è custodita una reliquia di San Bonaventura.

Se queste poche righe vi hanno stuzzicato l’interesse per questi due borghi del Viterbese scriveteci ne saremo felici e magai unite a queste località altre che si possono visitare nei dintorni…

Vai all'articolo precedente:Ripartiamo dall'Italia
Vai all'articolo successivo:Andremo presto nelle Marche .
Commenti:
1
    gianpaolo peluso
    11/04/2020 13:04
    Località stupende e sicuramente da visitare appena sarà possibile.
    Grazie per le vostre informazioni.

    In attesa di altre località, colgo l'occasione per augurarvi una Buona Pasqua.

    Cordialità
    Gianpaolo Peluso

Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image