Italiano
  
Menu

Il Polesine l'arte e la storia

Il Polesine l'arte e la storia
Il Polesine l'arte e la storia

Un week end per vivere la storia di una antica cittadina etrusca dall'importante passato commerciale, fulcro di commerci tra le spezie d'oriente e l'ambra del nord Europa. 

 

Primo giorno:  Adria

 

Arrivo di partecipanti ad Adria e visita libera della bellissima cittadina di origine etrusca, in particolarmodo la Cattedrale Nuova dei Santi Pietro e Paolo, Duomo di Adria e sede ancor oggi della Diocesi di Adria-Rovigo. Cattedrale Vecchia di San Giovanni Risale al XI sec. c.a. La Chiesa di Santa Maria Assunta detta della Tomba, il cui nome sembra provenire dalla vicinanza di una tomba romana, il Teatro Comunale che sorge prospiciente il ramo cittadino del Canalbianco, in linea con i canoni della scuola architettonica degli anni trenta, e tutt'ora molto attivo, e il caratteristico corso pedonale per poter fare dello shopping. Pranzo libero in uno dei tanti ristoranti del centro storico. Al termine trasferimento in struttura cena libera e pernottamento



Secondo giorno: Rovigo, Fratta Polesine 

 

Dopo la colazione, incontro con la guida e tour di visitazione della città passeggiando di Rovigo, per le bellissime piazze cittadine Piazza Garibaldi e Piazza Vittorio Emanuele ammirando i nobili palazzi e la particolarissima Chiesa della Rotonda. Pranzo libero. Nel pomeriggio, trasferimento libero a Fratta Polesine per la visita a Villa Badoer recentemente inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell UNESCO. Villa Badoer, detta La Badoera, sorta a Fratta Polesine tra il 1555 ed il 1557 "... ove era anticamente un castello di Salinguerra da Este..." (A. Palladio, I Quattro Libri dell'Architettura, Venezia, 1570) è una delle più prestigiose del Veneto. Il progetto e la realizzazione furono affidati da Francesco Badoer, discendente di una nobile famiglia veneziana, ad Andrea Palladio, uno dei massimi architetti italiani del '500 (Andrea di Pietro della Gondola, detto Andrea Palladio, Padova 1508- Maser - Treviso 1580). La Badoera è costituita da un corpo centrale, destinato a residenza dei nobili proprietari, cui sono annesse (mediante la diramazione della scala centrale in due rampe laterali) due barchesse, che chiudono a semicerchio il prato antistante. La facciata, completata da un elegante frontone, è ornata da un monumentale pronao (spazio delimitato da colonne o pilastri, all'esterno o all'interno della facciata di un edificio), al quale si accede percorrendo un'ampia scalinata. Prestigioso l'interno, suddiviso in un salone centrale ed in vani attigui, decorati con affreschi realizzati da Pierfrancesco Giallo Fiorentino alla fine del sec. XVI. Le immagini rappresentano scene mitologiche (alcune delle quali legate al territorio) e grottesche (ornato che interpreta motivi decorativi derivati dall'antichità classica). Nel corso del '700 si procedette all'allungamento delle due barchesse ad emiciclo, alla risistemazione degli interni ed alla posa dello stemma della famiglia Moncenigo sul frontone. Nel 1996 è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. Al termine della visita partenza per il rientro.

 

 


La quota comprende:

 

  • 1 pernottamenti in Hotel ***

 

  • Sistemazione in camere doppie con servizi privati

 

  • Trattamento in pernottamento e prima colazione in hotel

 

  • Servizio guida per la visita di Rovigo



La quota non comprende:

 

 

  • Ingressi non menzionati nella dicitura “la quota comprende”

 

  • Extra di carattere personale
  • Quanto non espressamente indicato alla voce la quota comprende
LoginAccount
Torna su
Cookie Image